Siamo TUTTI contro il RAZZISMO…. ma nessuno deve insegnarci “come” esserlo!

Siamo in un mondo Globale . . . ma serve Chiarezza

Si è Vero, il Centrodestra si è astenuto al Senato sulla “mozione Segre”, ma nel Centrodestra vi sono pure dei DISTINGUO come Mara Carfagna e Renata Polverini di Forza Italia…….. :

Perché la Lega non ha votato per la Commissione contro l’antisemitismo e il razzismo, parla Matteo Salvini
“Siamo contro razzismo, violenza, odio e antisemitismo senza se e senza ma. Tuttavia non vorremmo che qualcuno a sinistra spacciasse per razzismo quello che per noi è convinzione e diritto ovvero il ‘prima gli italiani’”, ha dichiarato il segretario Matteo Salvini all’Ansa.

“Siamo al fianco di chi vuole combattere pacificamente idee fuori dal mondo, però non vogliamo bavagli o uno stato di polizia che ci riportano a George Orwell”, ha aggiunto l’ex ministro dell’Interno.

Perché Fratelli d’Italia non ha votato per la Commissione contro l’antisemitismo e il razzismo
“Fratelli d’Italia non ha votato a favore dell’istituzione della commissione perché non è una commissione sull’antisemitismo, come volevano far credere, ma una commissione volta alla censura politica“, ha fatto sapere il senatore FdI Giovanbattista Fazzolari in un comunicato riportato dall’Ansa.

“Purtroppo la mozione Segre è in realtà la mozione Boldrini, perché ricalca fedelmente la commissione Jo Cox istituita dall’allora presidente della Camera, con la finalità di creare un gruppo di ‘saggi’ con il potere di censurare chi non rispetta i canoni del politicamente corretto“, ha continuato.

“Insomma, la commissione approvata riesce dove aveva fallito Laura Boldrini. È impensabile parlare seriamente di contrasto all’antisemitismo e ai totalitarismi senza fare alcun riferimento all’integralismo islamico visto che il pericolo deriva proprio dal fondamentalismo e dall’immigrazione musulmana, e senza recepire la risoluzione del Parlamento europeo di condanna delle dittature nazista e comunista” ha dichiarato il senatore.

“Purtroppo con il pretesto del contrasto all’antisemitismo, il Senato ha approvato l’istituzione di una struttura liberticida che avrà il potere di stabilire chi ha il diritto di dire cosa e di chiedere la censura in rete delle idee non gradite. Di fatto l’istituzione del ministero della Verità di orwelliana memoria”, ha concluso Fazzolari, riprendendo il paragone con l’opera 1984 già espresso da Matteo Salvini.

Perché Forza Italia non ha votato per la Commissione contro l’antisemitismo e il razzismo voluta da Liliana Segre
“Non condividendo taluni contenuti della mozione della maggioranza e ribadendo la massima solidarietà alla senatrice Liliana Segre per gli odiosi attacchi che subisce sulla rete, Forza Italia si asterrà sulla mozione della maggioranza, ma sin d’ora assicura il suo fattivo contributo ai lavori della istituenda commissione parlamentare”, aveva annunciato il vicepresidente del gruppo di Forza Italia in Senato Lucio Malan durante le dichiarazioni di voto.

“Affermare la propria identità deve essere sempre consentito, se non lede la libertà altrui. Ci dispiace che tali aspetti non siano stati espunti dalla mozione di maggioranza, impedendo un voto unanime che era a portata di mano”, aveva concluso. Tra gli azzurri, molte sono state le voci dissidenti.

Le voci dissidenti di centrodestra sull’astensione per il voto alla mozione proposta da Liliana Segre
La vicepresidente della Camera Mara Carfagna ha affidato il suo disappunto a una nota Ansa: “La mia Forza Italia, la mia casa, non si sarebbe mai astenuta in un voto sull’antisemitismo. Stiamo tradendo i nostri valori e cambiando pelle. Intendo questo quando dico che nell’alleanza di centrodestra andiamo a rimorchio senza rivendicare la nostra identità. Se l’unità della coalizione in politica è un valore aggiunto, essa non può compromettere i valori veri, quelli che fanno parte della nostra storia”.

La deputata di Forza Italia Renata Polverini, intervenendo su Twitter, ha dichiarato: “Sul contrasto fermo e deciso al razzismo e all’antisemitismo non ci si può astenere! Il centrodestra che dovrebbe rappresentare elettori moderati e liberali ha piegato il capo, per l’ennesima volta, ad una destra illiberale. Il mio disagio è il medesimo di tanti nostri elettori”.