VENTURINI – LUGLI E CAVAZZOLI INTERVENGONO DOPO IL CONSIGLIO DELL’UCMAN DEL 30 APRILE SCORSO

MARIAN LUGLI – STEFANO VENTURINI E GIORGIO CAVAZZOLI

COMUNICATO STAMPA – L’U.C.M.A.N. “ZOPPA” PER COLPA DELLE DIVIDISIONI NEL P.D.

Lo scorso 30 aprile si è tenuto il consiglio dell’UCMAN, per la prima volta con modalità “virtuale”. I consiglieri Venturini, Lugli e Cavazzoli hanno sottolineato, nei rispettivi interventi quanto segue:

  • Non è corretto mettere in discussione il lavoro svolto dal Segretario Generale e dai dirigenti dell’Unione stessa come, a parole, ha più volte evidenziato la minoranza del PD ed il Centrosinistra
  • Tante criticità sono state sollevate da parte dei Sindaci di Cavezzo e Concordia S/S, quando non bisogna dimenticare che questi due comuni di sinistra che non hanno conferito all’UCMAN diversi “servizi” ed danno “lezione” di comportamento agli “altri”;
  • Le evidenti divisioni all’interno del centrosinistra stanno rendendo inutili gli sforzi ed il lavoro fatto dai sindaci e dalla giunta dell’UCMAN formata anche dai sindaci della sinistra;
  • Nelle votazioni sui vari punti trattati abbiamo assistito a voti disomogenei da parte dei gruppi di sinistra; in realtà il consiglio dell’UCMAN doveva semplicemente “ratificare” la nota di aggiornamento del DUP, non discutere o proporre delle mozioni;
  • Dobbiamo altresì rilevare che a suo tempo la componente “renziana” affermò che la polizia locale non era così importante per il territorio, nonostante che la Prefettura di Modena stia dando sempre più rilevanza ai vigili; nel mese di febbraio di quest’anno Il prefetto Faloni si è dimostrato particolarmente interessato alle attività di Polizia locale di Modena finalizzate alla sicurezza urbana. Lo stesso ha visitato la sede della Polizia Locale di Modena per vedere in azione la nuova cartografia digitalizzata del sistema di videosorveglianza cittadina che attualmente conta oltre 300 telecamere.

TUTTO CIO’ PREMESSO

IL gruppo formato dai consiglieri Venturini, Lugli e Cavazzoli ha votato a favore al punto dell’ordine del giorno riguardante l’assunzione di nuovo personale per incrementare gli agenti della polizia municipale e consentire al comune di Mirandola di sostituire al più presto i posti quattro vacanti derivanti da “uscite” di personale andato in quiescenza.

Questo comportamento degli assessori di sinistra nella giunta dell’UCMAN NON È PIU’ ACCETTABILE!

I tre consiglieri di centrodestra, Venturini, Lugli e Cavazzoli, si sentono responsabili del ruolo che ricoprono; questo è il motivo per il quale abbiamo proposto che una società di Consulenza Esterna elabori uno “studio” accurato sul funzionamento ed efficientamento dell’UCMAN stessa.

L’Area Nord deve definitivamente uscire dall’impasse nel quale l’ostruzionismo della sinistra “di minoranza” l’ha fatta cadere!

Dopo il Consiglio si è tenuta una seduta di giunta dell’UCMAN e non è stata approvata la variazione del DUP, a seguito dell’ostruzionismo dei “SOLITI “sindaci ed assessori di sinistra!

Non è possibile che la discussione ed il lavoro fatto in Consiglio sia stato vanificato poco dopo dagli assessori che non hanno evidentemente come priorità il nostro territorio.

Pertanto, auspichiamo che si esca dalla palese ipocrisia della sinistra e che i comuni che suo tempo fondarono l’UCMAN, cambino atteggiamento, iniziando a conferire i servizi che ancora tengono “In casa”; per esempio, Cavezzo e Concordia S/S non hanno ancora conferito diversi servizi.

Il nostro auspicio e che L’UCMAN diventi quell’Ente che si fonda sul principio di “sussidiarietà” e che generi quelle economie di scala che tutta l’area NORD della “bassa” modenese si aspetta!

I consiglieri:

Stefano Venturini

Marian Lugli

Giorgio Cavazzoli