BUON COMPLEANNO A.I.M.A.G. – la Multiutility della “bassa” modenese e di alcuni comuni del mantovano… ma quale futuro?

la Presidente Borghi con alcuni sindaci e consiglieri regionali
la sede della Multiutility a Mirandola

“da NOTIZIE”

di Maria SIlvia Cabri

Siamo molto soddisfatti, è stata una giornata bellissima e ricca di manifestazioni di stima”. Così Monica Borghi, presidente Aimag, commenta l’Open Day che si è svolto lo scorso 23 novembre nella sede di via Maestri del Lavoro a Mirandola. “A settembre 2020 Aimag compirà 50 anni: con questo Open Day inauguriamo i 50 eventi previsti per festeggiare questo importate compleanno, dopo un primo assaggio con il lancio della campagna plastic free”.

Lo svolgimento della giornata

Oltre 400 persone di tutte le età hanno partecipato all’Open Day. Nel corso della mattinata tre classi delle scuole primarie di Mirandola, circa una settantina di alunni, hanno assistito allo spettacolo di educazione ambientale “Oltre l’oceano di plastica”, organizzato dalla società La Lumaca, per sensibilizzare i ragazzi verso l’ambiente ed in particolare sui temi del corretto utilizzo e conferimento della plastica. Nel pomeriggio hanno poi partecipato ad un laboratorio con i componenti della banda “Rulli Frulli”, che li hanno guidati nella realizzazione di strumenti con materiale di riciclo, Causa il maltempo, il programmato concerto dei “Rulli e Frulli” non si è potuto tenere ma sono stati particolarmente emozionanti i momenti musicali a cura della Fondazione – Scuola di musica “Carlo e Guglielmo Andreoli”. Alle 15 si è svolto il taglio del nastro della mostra allestita al terzo piano della sede: oltre alla presidente Borghi e a Davide De Battisti, direttore generale Aimag, erano presenti Palma Costi, assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma della Regione Emilia Romagna, il consigliere regionale Enrico Campedelli, i sindaci del territorio, “e tanti dipendenti che sono la nostra forza – prosegue Monica Borghi . ma anche molti cittadini, desiderosi di conoscere ‘sul campo’ l’azienda che da 50 anni gestisce i servizi sul loro territorio”. Dopo l’inaugurazione si è aperto il percorso di visita agli spazi aziendali (sala dl consiglio, sala conferenze) e alla mostra fotografi ca e multimediale che racconta la storia di Aimag e dei suoi servizi, nei passaggi fondamentali dal 1970 ad oggi.

Le tappe dalle origini…

Il comune di Mirandola ha acquistato la rete del gas nel 1955, rete costruita all’inizio del secolo per servire gli usi domestici e l’illuminazione nel capoluogo. Nella Bassa modenese l’erogazione dell’acqua era affidata al Consorzio per la Bonifica di Burana, con una rete costruita prima dell’inizio della seconda guerra mondiale; Mirandola invece gestiva in autonomia la propria rete acquedottistica: così il Comune ha deciso di costituire un servizio che, in autonomia, gestisse sia la distribuzione del gas che dell’acqua potabile. Nasce nel 1964 Amag (Azienda Municipalizzata Acqua e Gas) di Mirandola. La prima sede fu una casa colonica che si trovava nell’area dove oggi sorge il Conad. Nel 1970 si aggiungono i comuni di San Felice e Cavezzo e nasce Aimag (Azienda Intercomunale Municipalizzata Acqua e Gas), con l’affi damento del servizio gas per i tre Comuni e del solo servizio acqua per il centro storico di Mirandola. “Nel periodo degli anni Settanta-Ottanta – spiega De Battisti – grazie anche alle infrastrutture realizzate, in tutto il territorio della Bassa si ha un consistente sviluppo artigianale ed industriale che, assieme agli addetti dell’agricoltura, raggiunge indici occupazionali fra i più alti della Provincia. Con l’incremento demografico crescono le scuole superiori, i servizi sociali e culturali: il territorio, da area economicamente depressa, diventa autopropulsivo con livelli di servizi civili decisamente soddisfacenti”. Negli anni successivi aderiscono altri Comuni (Camposanto, San Prospero, Medolla, Concordia e San Possidonio: nel 1972 si ha la Costituzione del Consorzio Acquedotto Bassa Pianura Modenese che coinvolge 8 Comuni dell’Area Nord più Bomporto e Bastiglia. Nel 1979 i Comuni hanno deciso lo scioglimento del Consorzio Acquedotto aderendo anche per il servizio acqua ad Aimag che diventa Azienda Consortile Municipalizzata, con

conseguente incremento degli investimenti e accelerazione dei lavori per l’estensione della rete idrica territoriale. Il decennio Ottanta-Novanta rappresenta un periodo fondamentale nella vita dell’azienda: “E’ caratterizzato da una forte evoluzione tecnologica e da una notevole crescita complessiva, nell’intento di raggiungere un sempre maggiore numero di utenti con le proprie reti e di migliorare e diversificare i propri servizi”. Nel 1993 diventa operante il Consorzio Aimag costituito dai 10 Comuni fino a quel momento entrati in Aimag, i cui compiti sono però stati ampliati: dalla “tradizionale” gestione acqua e gas all’intero servizio idrico integrato (raccolta, trattamento e scarico delle acque reflue), e alla pubblica illuminazione, il tutto per circa 70.000 abitanti dell’area Consortile. Verso la fine degli anni Novanta entrano in Aimag nuovi soci: Carpi, Soliera, Campogalliano, Novi, e anche alcuni comuni mantovani: il carattere “Intercomunale” di Aimag supera i riferimenti territoriali dell’area nord della provincia di Modena. Nel 2000 si unisce all’azienda il Consorzio Smaltimento Rifiuti (Csr) di Carpi e Aimag comincia a occuparsi anche di igiene ambientale in 10 Comuni, acquisendo Tred Carpi e ricevendo in dotazione anche l’Impianto di Compostaggio di Fossoli, con annessa la discarica di appoggio e le discariche di Mirandola e Medolla. E’ in questo periodo che acquisisce lo status di “multiutility”, cioè impresa erogatrice di più servizi e attiva nei settori industriali più rilevanti di “pubblica utilità”, anche con rilevanza sociale. Si sta realizzando quel programma di sviluppo fondamentale per la fase successiva che sarà quella della competizione. Nel 2001 diventa società per azioni, di proprietà dei 21 Comuni dove vengono erogati i servizi. La legge impone la separazione tra distribuzione e vendita nel settore gas, pertanto la vendita di gas al pubblico viene assegnata a Sinergas spa. Nel 2007 le Fondazioni bancarie del territorio, la Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola e quella di Carpi diventano soci di Aimag, mentre nel 2009 Hera spa, in seguito a gara ad evidenza pubblica acquista il 25% delle azioni ordinarie.

…ai giorni nostri

Il 7 maggio 2010 viene inaugurata la nuova sede in via Maestri del lavoro 38, che consente di raggruppare sotto uno stesso tetto tutte le strutture aziendali del Gruppo presenti a Mirandola con un notevole miglioramento della gestione e dei rapporti tra le varie realtà. Nel maggio 2012 la terra trema: tutti i 21 Comuni soci vengono colpiti duramente dal sisma e le sedi e gli impianti subiscono ingenti danni: “Un evento traumatico che ha messo a dura prova il nostro territorio e che ha visto i nostri lavoratori impegnarsi attivamente nella gestione dell’emergenza, rendendo ancora più visibile il legame esistente con la comunità”.

Verso il futuro

“In questo percorso cinquantennale la squadra è sempre stata coesa – conclude Borghi – con il preciso intento di continuare un progetto importante iniziato nel 1970, che ha visto crescere l’azienda sia in termini di territorio servito che di servizi gestiti. Tanti sono i progetti cui stiamo lavorando per consolidare la forza di Aimag: proprio quest’anno è nato il Piano per lo sviluppo del Territorio, fortemente integrato al tessuto socio economico dei nostri comuni, il Piano gioca un ruolo di primaria importanza nella realizzazione della crescita sostenibile delle nostre comunità, creando valore condiviso, quindi valore non solo in termini economici, ma anche valore in termini di sostenibilità sociale ed ambientale”.

………………………………..

ALCUNE INFORMAZIONI SU AIMAG………. (FONTE AIMAG)

Governance

Assemblea dei Soci L’Assemblea dei Soci è composta dai 21 Sindaci dei Comuni azionisti, la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e la Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola.

Da novembre 2009 in AIMAG spa è entrato un nuovo socio, HERA spa, che detiene il 25% della società.

Consiglio di Amministrazione

Monica Borghi presidente curriculum

Paolo Pirazzoli Vice presidente curriculum

Giuliana Gavioli Consigliere curriculum

Massimiliano Siligardi Consigliere curriculum

Giorgio Strazzi Consigliere curriculum

Il collegio sindacale

ODV

Stefano Polacchinicurriculum

Anna Navi curriculum

Vito Rosati curriculum

Compensi

Amministratori

Il Consiglio di amministrazione è composto da 5 consiglieri in carica compreso il Presidente. Il Consiglio resta in carica 3 anni ed è stato rinnovato il 29 giugno 2017.

Nominativo Carica Retribuzione fissa annua
Monica Borghi presidente 36.545,37+12.000 per deleghe conferite
Pirazzoli Paolo vicepresidente nessun compenso perché pensionato, riconosciuto un rimborso spese se documentato nel limite di 5.000 euro annui
Strazzi Giorgio consigliere 18.180
Siligardi Massimiliano consigliere 18.180
Gavioli Giuliana consigliere  18.180

I compensi e la parte variabile verranno corrisposti parametrandoli al periodo di vigenza della carica ricoperta.
Tutti i compensi, corrisposti in 12 mensilità, sono da considerarsi al lordo delle imposte e dei contributi previdenziali di spettanza individuale.
La parte variabile verrà calcolata sulla base della delibera (Delibera assembleare del 29/06/2017) che fissa la somma pari all’0,60% dell’utile ante imposte del bilancio di esercizio della capogruppo e suddiviso poi fra i vari consiglieri in proporzione alla retribuzione fissa.
Con l’approvazione del bilancio chiuso al 31/12/2017  ai componenti del CDA è stata corrisposta la parte variabile di 69.503,65 euro calcolata sull’utile ante imposte (12.607,27 euro) di cui 32.200,67 euro al 0,60% dell’utile ante imposte ai consiglieri sopra elencati ed 37.302,98 euro all’0,60% dell’utile ante imposte ai consiglieri del precedente mandato.

Storia

Da AMAG ad AIMAG SpA (1964-2001)

La nostra storia inizia nel 1964, con la costituzione di AMAG Mirandola (Azienda Municipalizzata Acqua e Gas), che doveva occuparsi della gestione dei servizi idrici e della distribuzione e vendita del gas naturale.

A seguito della creazione del Consorzio Intercomunale Acqua e Gas, a cui aderiscono i Comuni di Mirandola, San Felice e Cavezzo, nel 1970 AMAG lascia il posto ad AIMAG, Azienda Intercomunale Municipalizzata Acqua e Gas. La creazione di un’azienda quale AIMAG, che è struttura operativa del Consorzio, si rivela da subito una risorsa e uno strumento fondamentale per relazionarsi con i cittadini, creando una rete di servizi e contatti fra loro ed i Comuni, rappresentanti la proprietà aziendale.

Entro il 1979 anche i Comuni di San Prospero, Camposanto, Medolla, Concordia, San Possidonio, Bastiglia e Bomporto si uniranno al Consorzio, quindi AIMAG arriva a gestire i servizi idrici e il gas in 10 Comuni.

Nel 1993, a seguito dell’entrata in vigore la Legge 142 sulla gestione dei servizi pubblici e in virtù del rinnovato quadro normativo, AIMAG diventa “consorzio-azienda”: un’unica entità giuridica che unisce i ruoli, le attività e il patrimonio del Consorzio Intercomunale e di AIMAG.

Negli anni da 1997 a 2000, entrano a far parte del Consorzio anche i Comuni di: Soliera, Poggio Rusco, Novi di Modena, San Giovanni del Dosso, San Giacomo delle Segnate (1997); Campogalliano, Revere, Carpi (1998); Quistello (1999); Moglia (2000).

Nel 2000 si ha un importante cambiamento operativo: si unisce all’azienda il Consorzio Smaltimento Rifiuti (CSR) di Carpi e AIMAG comincia a occuparsi anche di igiene ambientale in 10 Comuni, acquisendo anche Tred Carpi Srl.

Dal punto di vista societario, un grande trasformazione si ha nel 2001, quando AIMAG diventa società per Azioni, di proprietà dei 20 Comuni dove vengono erogati i servizi.

Nuovi mercati, nuove società e nuovi assetti (2001-2012)

Nel 2002, a seguito della liberalizzazione del mercato dell’energia, che separa l’attività di vendita del gas dalla gestione delle reti di distribuzione, il ramo aziendale vendita gas di AIMAG passa a Sinergas SpA. Sempre nello stesso anno, Borgofranco Po aderisce ad AIMAG e il numero dei Comuni Soci raggiunge l’attuale cifra di 21. Nel 2005 nasce Sinergas

Impianti Srl, società che si occupa di progettazione, costruzione e gestione di impianti idraulici, sanitari ed energetici civili e industriale; Sinergas SpA comincia ad occuparsi anche della vendita di energia elettrica.

Nel 2006 avvengono profondi mutamenti Societari: il Consorzio COSEAM SpA di Modena e Rieco Srl di Mirandola diventano Soci correlati di AIMAG, rispettivamente nei settori del ciclo idrico integrato e della raccolta e trasporto rifiuti.

Dal 1° gennaio 2007 entrano in qualità di Soci ordinari anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e la Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, rispettivamente con il

7,5 e il 2,5% delle azioni. Nel 2008 nasce AS Retigas Srl, costituita da AIMAG e Sorgea (Finale Emilia), con il compito di gestire la distribuzione del gas e tutte le attività ad essa collegate; nasce AeB Energie Srl per la gestione di servizi di pubblica illuminazione; entra nel Gruppo AIMAG anche SIAM Srl, che si occupa principalmente di captazione e utilizzo di idrocarburi liquidi e gassosi; viene acquistata una quota azionaria di COIMEPA Srl, azienda che opera nella distribuzione del gas naturale e nella gestione dei servizi pubblici nella vallata destra del Panaro; viene costituita Agri-Solar Engineering Srl.

Il 2009 segna l’ingresso come Socio di Hera SpA che acquisisce, in seguito a gara ad evidenza pubblica, il 25% delle azioni ordinarie di AIMAG.

Nel 2011 nasce la società Ca.Re. Srl, un impianto di trattamento dove i rifiuti da imballaggio vengono selezionati e avviati al recupero.

Dal sisma ad oggi (2012-2017)

Nel maggio 2012 tutti i 21 Comuni Soci vengono colpiti duramente dal sisma e le sedi e gli impianti di AIMAG subiscono ingenti danni: un evento traumatico che ha messo a dura prova il nostro territorio e che ha visto i nostri lavoratori impegnarsi attivamente nella gestione dell’emergenza, rendendo ancora più visibile il legame esistente con la comunità.

Nel corso del 2012 e nel 2013 vengono risistemate le sedi aziendali e ripristinati gli impianti.

A gennaio 2014, a seguito del cedimento di una parte dell’argine sinistro del fiume Secchia, un evento alluvionale ha colpito il Comune di Bastiglia, diverse zone del comune di Bomporto, alcune vie dei territori di Camposanto, San Prospero, San Felice e Medolla.

AIMAG è stata di sostegno ai territori colpiti, anche dal punto di vista economico.

Il 1° dicembre 2014 Sinergas SpA incorpora per fusione Sorgea Energia Srl, società con sede a Finale Emilia, con clienti per la vendita gas ed energia elettrica nei Comuni di Finale, Nonantola, Ravarino, Crevalcore, Sant’Agata Bolognese e Marano sul Panaro. A seguito della fusione, oltre 25.000 nuovi clienti gas ed energia vengono ad essere gestiti da Sinergas e tutti i dipendenti di Sorgea Energia vengono assunti dal Gruppo AIMAG.

A luglio 2015, i Comuni Soci di AIMAG hanno avviato un percorso per determinare i futuri assetti societari, aprendosi alla ricezione di Manifestazioni d’Interesse da parte di altri soggetti.

Territorio

Il Gruppo AIMAG è una società multiservizi, con sede a Mirandola, che opera in 28 Comuni e gestisce, direttamente e tramite le società controllate, servizi idrici, ambientali, energetici, tecnologici e di pubblica illuminazione per oltre 285 mila cittadini.

COMUNI POPOLAZIONE AL 31/12/2016 SERVIZI GESTITI
Anzola Emilia 12.281 Gas distribuzione (AS Retigas),
Bastiglia 4.228 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
Bomporto 10.161 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
Borgofranco 772 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico
Campogalliano 8.824 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico
Camposanto 3.179 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
Carbonara Po 1.259 Gas distribuzione (AS Retigas)
Carpi 71.060 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente
Cavezzo 7.022 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente
Concordia 8.521 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente
Crevalcore 13.469 Gas distribuzione (AS Retigas),
Finale Emilia 15.597 Gas distribuzione (AS Retigas),
Medolla 6.270 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
Mirandola 23.661 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente
Moglia 5.544 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
Nonantola 15.882 Gas distribuzione (AS Retigas),
Novi 10.141 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente
Poggio Rusco 6.628 Comune Socio, Servizio idrico
Quistello 5.616 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico
Ravarino 6.154 Gas distribuzione (AS Retigas),
Revere 2.508 Comune Socio, Servizio idrico
San Felice s/p 10.831 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
San Giacomo Segnate 1.595 Comune Socio, Servizio idrico
San Giovanni Dosso 1.264 Comune Socio, Servizio idrico, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
San Possidonio 3.603 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente
San Prospero s/s 5.927 Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
Sant’Agata Bolognese 7.255 Gas distribuzione (AS Retigas),
  Soliera   15.285     Comune Socio, Gas distribuzione (AS Retigas), Servizio idrico, Ambiente, Illuminazione pubblica (AeB Energie)
Totale 284.537